Come fa una donna a manipolare un uomo in questo modo?

Domanda:

buongiorno Dott.ssa Zanotti,

mi permetto di porle un problema che non affligge me personalmente ma un amico a cui sono molto legata.

Questa persona da più di due anni è succube di una donna. La sua mente è letteralmente soggiogata da lei, bastano le sue parole e lui cade nella trappola. Lei è sposata e in crisi matrimoniale con figlia disabile. Lui separato con due figlie grandi. Sono amanti da più di due anni, si incontrano a casa di lui o escono dove vuole andare lei. E’ sempre lei che comanda. Lui passa le serate chiuso in casa nell’attesa spasmodica che lei gli scriva messaggi. Si è di nuovo chiuso in se stesso, fregandosene di tutti e di tutto. Degli amici, delle flglie (più di una volta ha messo lei davanti alle figlie, pur di vederla e di andarci a letto ha trascurato le figlie) e di me che sono la sua migliore amica, dice lui. Lei non vuole che lui esca con gli amici, lo ha isolato da tutti e da tutto e soprattutto da me. Lui non mi vuole vedere ne parlare, perché ha paura di lei. Mi vede come un pericolo per questa sua relazione che oserei dire malata

Questa donna è una persona dolce, che sa farsi benvolere da tutti, lamenta sempre dolori e disturbi e tutto quello  fa lo enfatizza come se fosse eccezionale, molto vicina alle filosofie spirituali orientali, che dice di conoscere, dice di essere professionista del Reiki e  di voler curare le persone, di cui lei porta le croci e i dolori. Sono molte le persone che si affidano a lei. Dice di saper prevedere maltempo e farebbe sogni premonitori….

A me personalmente questa donna non ha mai convinto e la trovo falsa e opportunista.

Purtroppo  questa donna ha avuto in passato parecchi amanti, a detta di lei, sempre lasciati da lei…

Quando il mio amico è venuto a conoscenza di questo è piombato nello sconforto e nella disperazione, lui si fidava di lei…credo avesse pensato di poter costruire qualcosa con lei come lei gli aveva fatto credere

Ora sono 10 mesi che andiamo avanti fra alti e bassi, momenti di lucidità si alternano a momenti  di buio totale in cui lui è completamente un burattino nelle sue mani. Lui si dice consapevole di questa situazione ma dice che non gli è possibile fare altrimenti, che per lui è come una droga di cui non può fare a meno. Se lei c’è sta male, se non c’è sta male… dice che finchè ci sarà lei sarà così.

Lui ha un’azienda in mano importante qui da noi…

Io ho provato in tutti i modi a farlo ragionare, a fargli capire che una relazione non è così che si vive…

Lei lo bombarda a tutte le ore del giorno e della notte di messaggi, sul lavoro, quando è con la famiglia, non importa, e lui le permette di tutto non si oppone mai.

A letto ci sa fare è eccezionale a detta di lui…

Ha provato a lasciarla diverse volte ma lei ritorna sempre e la storia ricomincia sempre nello stesso modo come un copione che si ripete sempre uguale.

Ora io quello che non riesco a capire e chiedo a lei come fa una donna a manipolare un uomo in questo modo fino a fargli perdere il controllo di se stesso annullare ogni sua volontà ogni suo desiderio che non sia il suo di lei.

Vorrei anche mi desse un consiglio su come fare ad aiutarlo perché lo vede proprio messo male e lui se ne rende conto ma non fa nulla per uscirne dice che  uscire da questa situazione dice che è difficile e che lei è così, è come se la giustificasse in continuo e trovasse scuse per restare cosi.

Grazie se avrà avuto la pazienza e la comprensione ma sono davvero disperata e sto veramente male al pensiero di non poter fare più nulla per lui.

 

Risposta:

Gentile T.

Ora io quello che non riesco a capire e chiedo a lei come fa una donna a manipolare un uomo in questo modo fino a fargli perdere il controllo di se stesso annullare ogni sua volontà ogni suo desiderio che non sia il suo di lei.

è possibile nel momento in cui una persona riesce a toccare il punto debole di un altra e a soddisfare un bisogno (spesso devolutivo..cioè un bisogno distruttivo nato dal passato)

nel suo caso i suo amico potrebbe avere un bisogno di sentirsi importante” “aiutare” “fare sempre la cosa giusta” sostenuto da idee come  “non dire mai no perchè sarei cattivo” , “non valgo quindi non posso avere di meglio”, “non mi merito di essere felice perchè sono cattivo”…idee profonde spesso non consapevoli ma che alcuni hanno e che emergono in sintomi come la sottomissione, il sacrificio, l’autolesionismo etc

il “carnefice” invece può essere un narcisita o in questo caso anche  un istrionica nevrostica (cerchi qualcosa in merito) ..possono far leva sulla loro “presunta fragilità o sul loro essere speciali” tanto da attirare compassione o ammirazione.

o semplicemente questa signora è immatura, ferma all’età infantile (istrionica, dipendente, borderline etcc) quindi pretende amore e  attenzioni che le soddisfino le ferite e i vuoti del passato.

Lui si dice consapevole di questa situazione ma dice che non gli è possibile fare altrimenti, che per lui è come una droga di cui non può fare a meno. Se lei c’è sta male, se non c’è sta male… dice che finchè ci sarà lei sarà così.

Vorrei anche mi desse un consiglio su come fare ad aiutarlo perché lo vede proprio messo male e lui se ne rende conto ma non fa nulla per uscirne dice che  uscire da questa situazione dice che è difficile e che lei è così, è come se la giustificasse in continuo e trovasse scuse per restare cosi.

E’ difficilissimo aiutare queste persone. deve farsi aiutare da un etrapeuta oppure capire questa forma di autolesionismo …ma deve esserci LA VOLONTÀ di cambiare..cosa che il suo amico non sempra avere…forse allora anche lui ha bisogno di questa signora,,,forse lui ha bisogno di soffrire..” glielo dica “ tu sei a volere il male per te stesso..peccato!!! chissà cosa pensi di avere fatto per punirti cosi!”.

Dopodichè lo lasci alla sua strada..si chiami fuori magari dicendoglielo..come si fa con i tossicodipendenti.

Cordialmente

Drssa Zanotti

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *